plus minus gleich

OLIO EXTRA VERGINE D'OLIVA ITALIANO RESPINTO ALLA FRONTIERA DEGLI STATI UNITI PER COLPA DEL CHLORPYRIFOS

E-mail Stampa PDF

usa-respinto-olio-extravergine-doliva-italian-L-9ArtMVAnche la presenza di tracce di questo insetticida fosforganico può provocare guai con la fda americana: prima di effettuare il trattamento molta attenzione perchè il tempo di carenza è di 90 giorni

Il Chlorpyrifos è un principio attivo che ha creato grossi disagi a chi commercializza olio extra vergine di oliva negli Stati Uniti.

La sua presenza nell’olio, anche minima, non viene infatti tollerata e questo sta portando problemi a tutta la filiera, dai produttori più piccoli dediti all’export negli USA fino ad arrivare ai grandi imbottigliatori che vendono 100% made in Italy: la minima presenza di Chlorpyrifos riscontrata nell’olio di oliva dalla FDA statunitense comporta, tra i vari problemi, il blocco della merce in dogana, il respingimento dell’olio e una serie di mesi di sorveglianza speciale da parte dell’FDA.

Ma cosa è il Chlorpyrifos, dove si trova e perché in Europa è ammesso e negli USA non viene invece accettato?

Leggi tutto...
 

Corso tecnico per assaggiatori di olive da mensa

E-mail Stampa PDF

ov-2205Aproli Bari - Società Cooperativa Agricola - organizza un Corso per assaggiatori di olive da mensa che si terrà nei giorni 18 e 19 settembre 2012 presso l’hotel Excelsior, in via G. Petroni, 15 (traversa di Via Capruzzi) a Bari.

Il corso, che avrà una durata di 16 ore, sarà tenuto da esperti del settore. Saranno affrontate tematiche quali:

  • coltivazione e caratteristiche ottimali per la lavorazione delle olive da mensa;
  • principali sistemi di lavorazione delle olive verdi e delle olive nere, tecniche di lavorazione;
  • confezionamento, alterazioni e commercializzazione;
  • aspetti nutrizionali legati al consumo delle olive da mensa.

Non mancheranno le degustazioni guidate, le analisi sensoriali per la valutazione dei pregi e dei difetti ed ulteriori prove pratiche di assaggio delle principali cultivar di olive da tavola nazionali.

Al termine del corso sarà rilasciato un Attestato di partecipazione al corso.

Per ulteriori informazioni visionate gli allegati o telefonate al numero 080/5520378.

Scarica la domanda di adesione

Scarica il programma del corso

 

SISTRI: Sospensione fino al 30 giugno 2013

E-mail Stampa PDF

tastiera_sistriSi comunica che il "Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti" (SISTRI – istituito con Decreto ministeriale del 17 dicembre 2009) , è stato nuovamente prorogato al 30 giugno 2013 e risulta, quindi, attualmente, automaticamente sospeso. Con esso viene sospesa altresì l'obbligatorietà del pagamento del contributo annuale per il 2012.

Tale decisione è stata approvata dal Governo con decreto legge 22 giugno 2012, n. 83 recante "Misure per la crescita del paese" (c.d. decreto Sviluppo), pubblicato nella Gazz. Uff. 26 giugno 2012, n. 147, S.O.

L'art. 52 sospende l'entrata in vigore del Sistri per tutte le imprese, di qualsiasi settore e tipologia, comprese quelle agricole, (a prescindere quindi dal numero dei dipendenti).

Leggi tutto...
 

PSR 2007-13 - MISURA 114 “Utilizzo di Servizi di Consulenza”

E-mail Stampa PDF

psr_area-1La misura intende sostenere le aziende agricole e forestali nell'applicazione di sistemi e processi produttivi e gestionali sostenibili e compatibili con le esigenze di tutela e salvaguardia dell'ambiente, della sicurezza e della salute degli operatori, della sanità pubblica, della salute delle piante e degli animali e benessere degli animali; manutenzione conservazione dei suoli e dei terreni a garanzia delle buone condizioni agronomiche ed ambientali dei medesimi.Il contributo sulle spese del servizio di consulenza richiesto non può superare l'80% del costo totale e per livello di consulenza.

La consulenza aziendale è fatta da tecnici di Organismi accreditati dalla Regione Puglia e consente agli imprenditori agricoli e ai detentori di aree forestali di:

  • aggiornarsi rispetto a quali norme previste dal regime di condizionalità e dalla sicurezza sul lavoro vanno applicate nella propria azienda;
  • verificare e migliorare lo standard di efficienza con il quale vengono soddisfatte dette norme;
  • individuare soluzioni innovative per migliorare gli adempimenti prescritti dalle norme della condizionalità.

Un'opportunità per le imprese per misurare l'efficienza, anche in termini economici dell'adeguamento della propria azienda ai criteri di gestione obbligatori e alle buone condizioni agronomiche ed ambientali

La scadenza del bando è fissata al 18 luglio 2012.

Chiedi maggiori informazioni allo Staff Tecnico di Aproli.

 

Olio D.O.P. "Terra di Bari" scadenza iscrizione sistema di controllo

E-mail Stampa PDF

Terra_di_Bari_150Il termine ultimo per la presentazione di istanze di adesioni, variazioni, ampliamenti e aggiunzioni al sistema di certificazione e controllo della D.O.P. "Terra di Bari" è il 30 Giugno.

Le richieste di adesione, variazioni, ampliamenti, etc. vanno presentate entro il 30 Giugno 2012 con l'apposito Modello M.01.

Per maggiori informazioni:

Ufficio Tecnico Aproli Bari: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Tel. 080.5520378-386

Direttamente sul sito www.ba.camcom.it e cliccare il link D.O.P. Terra di Bari.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 5

News

Iscriviti alla newsletter

mantieniti aggiornato


Ricevi HTML?

Curiosità e domande frequenti

Cos’ è l’acidità dell’olio?

Il livello di acidità indica la percentuale di acidi grassi, tra cui l’acido oleico (maggiormente presente nell’olio) riscontrati nell’olio. L’acidità è un parametro qualitativo e non ha nulla a che fare con il senso di “bruciore” percepito in gola, che dipende invece dal gusto e dalla tipologia dell’olio.

{backbutton}

In primo piano

  • Psr Puglia, pubblicato il bando della misura 4.4: tra gli obiettivi la salvaguardia e il recupero dei muretti a secco
    E’ stato pubblicato oggi il bando della misura 4.4 del Psr Puglia 2014/2020 per il sostegno degli investimenti non produttivi connessi all’adempimento degli obiettivi agro-climatico-ambientali. In particolare, la misura 4.4 ha tra gli obiettivi la salvaguardia e il recupero conservativo dei muretti a secco e jazzi, la realizzazione di recizioni per la delimitazione delle aree… Continua a leggere »
  • Conferenza Legambiente, Confagricoltura: “Biometano agricolo per contrastare il cambiamento climatico”
    “In generale il settore delle bioenergie sta attraversando una fase molto critica che parte dalla scarsa attenzione data al settore dall’attuale ‘Strategia energetica nazionale’ (che in alcuni casi prevede un blocco dello sviluppo) e che oggi sconta la mancata definizione di nuovo quadro di incentivazione della produzione elettrica del biogas e delle biomasse per il… Continua a leggere »
  • Contributi comunitari e legge Antimafia, il Ministero dell’Interno dà il via libera all’erogazione rapida
    I contributi agricoli comunitari potranno essere concessi  prima dell’esito finale dei controlli previsti dalla normativa Antimafia. E’ questo il chiarimento fornito dal Ministero dell’Interno all’Agea. “Le erogazioni – scrive il capo Gabinetto dell’Interno – non sono condizionate all’effettività dei controlli ma possono essere corrisposte sotto condizione risolutiva legata all’esito degli accertamenti”. Il Ministero dell’Interno era stato… Continua a leggere »
  • Ovicaprini, Confagricoltura: “Per uscire dalla crisi occorre riorganizzare il settore partendo dalla tracciabilità del latte”
    “Il comparto ovicaprino è fondamentale per  l’economia, per i suoi prodotti caseari  di prestigio, per il numero di occupati, ma anche  per il mantenimento e lo sviluppo di moltissimi territori “difficili” della nostra Italia”. Lo ha detto Il presidente della Federazione nazionale ovicaprini di Confagricoltura Maurizio Podda, in occasione dell’incontro in Confagricoltura con l’onorevole Luciano … Continua a leggere »
  • Agrinsieme scrive al governo: “Prodotti fitosanitari, no a riduzione quantità massima utilizzabile di composti rameici”
    “È impensabile, soprattutto per l’agricoltura biologica, ridurre ulteriormente la quantità massima di prodotti fitosanitari a base di rame utilizzabili annualmente per ettaro, senza peraltro lasciare agli Stati membri la necessaria flessibilità di intervento in funzione di particolari esigenze, quali le condizioni climatiche; una decisione di questo tipo, infatti, sarebbe estremamente dannosa per le colture mediterranee,… Continua a leggere »