plus minus gleich
E-mail Stampa PDF

clorpirifos

A seguito di ripetuti problemi residuali negli oli dovuti a clorpirifos etile, l'Osservatorio fitosanitario pugliese ha fortemente limitato gli usi della sostanza attiva nei disciplinari di produzione.

Il 22 di maggio 2013 la Regione Puglia lo ha scritto ufficialmente: attraverso una lettera inviata alle associazioni di categoria, ai produttori olivicoli, alle società di agrochimica, ai rivenditori e ai tecnici, i responsabili del Servizio Fitosanitario pugliese hanno comunicato che la sostanza attiva clorpirifos etile subirà forti limitazioni d'impiego. La decisione nasce dal susseguirsi di problematiche residuali nell'olio d'oliva legate a clorpirifos etile, specialmente per quanto riguarda l'export.

Scarica il manifesto di Aproli

Scarica la nota della Regione Puglia