plus minus gleich
E-mail Stampa PDF

APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CEE 2080/05 PER UN OLIVICOLTURA SOSTENIBILE E DI QUALITA’

Nell’ambito della nuova OCM olio d’oliva, il Reg. CE n. 865/04 prevede l’attuazione diprogrammi di attività di durata triennale da parte delle organizzazioni di operatori riconosciute inbase alla nuova normativa. Con il Reg. Ce n. 2080/05, l’Unione Europea, ha stabilito le modalità di applicazione del suddetto regolamento. Le organizzazioni dei produttori riconosciute, ogni trienniodevono presentare un programma di attività per almeno uno dei seguenti settori:

  • monitoraggio e gestione amministrativa del settore dell'olio d'oliva;
  • miglioramento dell'impatto ambientale dell'olivicoltura;
  • miglioramento della qualità della produzione di olio d'oliva;
  • sistema di tracciabilità, certificazione e tutela della qualità;
  • diffusione delle informazioni sulle attività svolte dalle organizzazioni dei produttori.

Scarica il documento integrale


« torna indietro

 

Iscriviti alla newsletter

mantieniti aggiornato


Ricevi HTML?

Curiosità e domande frequenti

L’olio d’oliva è meno digeribile dell’olio di semi?

Gli oli vegetali e l’olio di oliva hanno tassi di digeribilità molto elevati (95-98% dell’ olio ingerito). Si danno valori del 97.8% per l’olio d’oliva, 95.9% per l’olio di mais, 96.5% per l’olio di girasole, 98.9 % per l’olio di colza. L’olio di oliva, rispetto agli altri oli vegetali, viene assorbito dallo stomaco molto più velocemente (interviene positivamente sulla velocità di passaggio nello stomaco, sulla riduzione del tempo di transito nell’intestino, sull’attivazione di diversi enzimi e sull’attività dei sali biliari che ne facilitano la messa in sospensione e il trasporto intracellulare).

{backbutton}