plus minus gleich

L’olio d’oliva è meno digeribile dell’olio di semi?

Gli oli vegetali e l’olio di oliva hanno tassi di digeribilità molto elevati (95-98% dell’ olio ingerito). Si danno valori del 97.8% per l’olio d’oliva, 95.9% per l’olio di mais, 96.5% per l’olio di girasole, 98.9 % per l’olio di colza. L’olio di oliva, rispetto agli altri oli vegetali, viene assorbito dallo stomaco molto più velocemente (interviene positivamente sulla velocità di passaggio nello stomaco, sulla riduzione del tempo di transito nell’intestino, sull’attivazione di diversi enzimi e sull’attività dei sali biliari che ne facilitano la messa in sospensione e il trasporto intracellulare).

 

Curiosità e domande frequenti

Quali sono i fattori che determinano la qualità di un olio?

Per ottenere un olio extravergine di qualità è necessario che vengano rispettate alcune regole: la pianta deve essere curata attentamente per produrre un frutto sano; l’oliva deve essere colta al giusto grado di invaiatura (quando nella fase di maturazione la colorazione del frutto vira dal verde al nero), deve essere integra (il contatto con il terreno provoca un processo di degradazione del frutto) e devono essere spremute subito dopo la raccolta, nel frantoio devono essere rispettate al massimo le condizioni igieniche e, durante la lavorazione, non si devono superare determinate temperature, infine, l’olio deve essere conservato nel migliore dei modi: lontano da fonti di calore o di luce e in contenitori ermeticamente chiusi.

{backbutton}