plus minus gleich
Domande fequenti

In questa pagina pubblichiamo i testi le risposte alle domande più frequenti. L'obiettivo è quello di dare una risposta alle vostre curiosità più ricorrenti e farvi risparmiare tempo prezioso. Se però tra il materiale presentato non doveste trovare ciò che vi interessa, allora inviateci le vostre richieste, alle quali risponderemo in breve tempo.

1 Cosa si intende per “cultivar"?
2 In cosa consiste l’abbacchiatura? e la brucatura?
3 Cosa significa invaiatura?
4 Quante olive ci vogliono per fare un litro di olio?
5 Un litro di olio corrisponde ad un chilogrammo?
6 Che colore ha un buon olio extra vergine d'oliva?
7 Che differenze ci sono tra un olio verde ed uno giallo?
8 Quali sono i fattori che determinano la qualità di un olio?
9 Cos’ è l’acidità dell’olio?
10 Cosa sono i "polifenoli"?
11 Cosa si intende per olio estratto a freddo?
12 Cosa si intende per olio lampante e per olio raffinato?
13 Qual è la differenza tra olio di oliva e olio extra vergine d’oliva?
14 Cosa è il “Panel Test”?
15 Cosa si intende per olio fruttato?
16 Il "pizzicore" in un olio è un pregio o un difetto?
17 Cosa significa quando consumo un olio e percepisco la sensazione di amaro e piccante e “pizzica in gola”?
18 Tutti i grassi sono uguali?
19 L’olio extravergine d’oliva può modificare i gusti a tavola?
20 L’olio d’oliva è meno digeribile dell’olio di semi?
21 L’apporto calorico di un olio di oliva è maggiore di quello dell’olio di semi?
22 Un olio dal gusto intenso e deciso ha più calorie rispetto ad un olio “leggero”?
23 Ha più calorie l’olio d’oliva o il burro?
24 L’olio d’oliva contiene colesterolo?
25 A che età è consigliato il consumo di olio extra vergine d’oliva?
26 L’olio di olivo è adatto alla frittura?
27 Quante volte l’ olio può essere fritto? Cos’è il “punto di fumo”?
28 Come si conserva l’olio d’oliva?
29 E’ vero che invecchiando l’olio di oliva migliora?
30 Che differenza c’è tra l’olio “filtrato” e l’olio “non filtrato”?
31 E’ normale che si formi sul fondo della bottiglia un sedimento opalescente?
32 Perché la temperatura troppo bassa solidifica l’olio? L’olio può comunque essere consumato?
33 L’ olio ha una scadenza?
34 Come si legge il lotto di produzione e la data di scadenza sulla retro-etichetta del prodotto?

Curiosità e domande frequenti

Cosa si intende per olio lampante e per olio raffinato?

L’olio ottenuto dopo la lavorazione delle olive, in relazione al suo livello qualitativo è classificato nelle seguenti categorie merceologiche:

  • Extra vergine, se privo di difetti e con un’acidità inferiore allo 0.8%;
  • Vergine, se viene riscontrata una percezione leggera di difetto e la sua acidità non supera i 2 gradi;
  • Lampante, se presenta difetti più marcati e la sua acidità è superiore al 2%. In questo ultimo caso l’olio viene deacidificato, deodorato e decolorato, ciò permetterà di ottenere l’olio raffinato, cioè un olio inodore, incolore e insapore, che unito ad una piccola percentuale di extra vergine darà origine all’olio di oliva.

{backbutton}